Recensioni

Contrazioni – Teatro Libero – 22/27 Marzo

Contrazioni - Teatro Libero - LavoroQuanto è importante per un’azienda conoscere la vita privata dei propri dipendenti? Fino a quanto può considerarsi lecita l’intrusione della sfera lavorativa in quella più intima e personale? Sono queste le domande che solleva “Contrazioni”, una rappresentazione cruda e a tratti grottesca delle dinamiche che caratterizzano il mondo del lavoro.

Emma versus Manager

Sono due le protagoniste che catturano l’attenzione degli spettatori per circa un’ora in un crescendo di suspense. Su una scena fredda e asettica, Emma, onesta e competente Sales Account, si confronta con la Manager HR della multinazionale per cui lavora; una donna algida e imperturbabile il cui nome non è mai svelato.

L’obiettivo della Manager HR è indagare nella vita privata di Emma per prevedere ogni possibile sviluppo che possa riflettersi sul lavoro e influenzarlo negativamente. È così che la frequentazione e successiva relazione con un collega diventa oggetto di un interesse ossessivo e ossessionante per la povera Emma, che cerca di trovare il giusto equilibrio tra pubblico e privato.

La Manager HR si focalizza su ogni dettaglio della vita sentimentale di Emma e ne influenza gli sviluppi, allontanandola dal partner-collega e accanendosi sulla gravidanza della donna, che sfocerà in una morte poco chiara e prematura del neonato.

Emma alleata della Manager

In un confronto sempre più teso e drammatico, assistiamo all’esaurimento di Emma e al suo progressivo appiattimento psicologico. Spogliata di ogni ambizione nel privato, senza più un compagno e una prospettiva famigliare, la donna è provata dall’ingerenza dell’azienda e inerme di fronte ad un destino ineluttabile. Anche dare le dimissioni risulta infatti impossibile, perché la Manager HR minaccia ritorsioni.

Piegarsi alle esigenze aziendali e assimilarsi totalmente alla visione della multinazionale sembra per Emma l’unica soluzione. È così che assistiamo ad un finale agghiacciante in cui la donna e la Manager HR sono per la prima volta una di fronte all’altra con un atteggiamento complice, identiche per i modi affettati, il linguaggio e le risposte da manuale. L’azienda ha avuto la meglio, Emma le ha venduto l’anima.

Paradossi lavorativi per riflettere

Produzione dalla messa in scena scarna ma efficace, “Contrazioni” esaspera aspetti del mondo del lavoro che fanno riecheggiare nello spettatore esperienze e similitudini con la vita reale. Le attrici, Viviana Lombardo (Manager HR) e Silvia Scuderi (Emma), ben interpretano le dinamiche dipendente/manager e la deriva alienante che può assumere questo rapporto. La struttura della rappresentazione, costituita da brevi fotogrammi incentrati sui colloqui tra Emma e la Manager HR, contribuisce anch’essa alla veicolazione di un contesto lavorativo freddo e schematico, dove c’è poco spazio per indipendenza e libero arbitrio.

Contrazioni – Teatro Libero – 22/27 Marzo

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply