Recensioni

Quello che non ho – Teatro degli Arcimboldi – 22/25 febbraio

Quello che non ho - Marcorè - recensione

Un’analisi lucida e spietata della società contemporanea, per metterne in evidenza la deriva morale e culturale. È questo il filo rosso che unisce gli “Scritti corsari” di Pasolini alla produzione di De Andrè, sapientemente accostati da Neri Marcorè in “Quello che non ho” per dare vita ad un’ora e mezza di musica e poesia.

Pasolini e De Andrè: attuali più che mai

“Quello che non ho” prende spunto dall’esperienza di Marcorè, casualmente trovatosi poco prima di un concerto di De Andrè, nel 1995, a leggere la raccolta di articoli firmati da Pasolini. Marcorè, racconta, ne vide subito il nesso, la medesima urgenza di denuncia.

L’artista marchigiano porta la nostra attenzione sull’attualità dei temi sollevati nei primi anni ’70 da Pasolini e De Andrè. Sono cambiati i tempi, il contesto storico e politico, ma rimane immutato il senso di inquietudine generato dalla perdita di vista dei valori primari. Etica e ideali sono sovvertiti o assenti, quasi un miraggio di un’epoca primordiale.

Attualità, musica e poesia

Mancanza di compassione per poveri ed emarginati, incapacità di accettare e includere il diverso, sfruttamento, ingiustizia sociale e paradossi politici. Sono questi i temi tanto cari a De Andrè e Pasolini che Marcorè riprende in pillole sceniche supportate da dati, aneddoti e dalla musica emozionante e senza tempo di De Andrè.

Marcorè prende inoltre spunto da Pasolini e De Andrè per ribadirne il monito contro la perenne corsa all’oro, la smania cieca del consumismo come panacea di tutti i mali, e ne evidenzia le conseguenze negative sull’uomo e sull’ambiente. Senza toni moraleggianti, ma con la giusta dose di critica e sarcasmo, l’artista dipinge un eco-sistema malato nel corpo e nell’anima.

“Quello che non ho” è uno spettacolo godibile per il giusto mix di riflessione, poesia, musica e puro intrattenimento. Non solo voce narrante, Marcorè canta e suona in sinergia con tre musicisti (Giua, Pietro Guarracino, Vieri Sturlini) che contribuiscono a creare l’armonia perfetta per affrontare discorsi scomodi.

Quello che non ho – Teatro degli Arcimboldi – 22/25 febbraio 2018

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply